Crea sito
Questo sito contribuisce all'audience di Pianeta Donna

 Durante gli anni della scuola materna  la piccola Patata frequentava un corso di psicomotricità per bambini e l’anno scorso lo psicomotricista mi ha consigliato di farle fare delle attività per migliorare la sua coordinazione oculo manuale, leggermente sotto media e ovviamente importante per l’apprendimento della scrittura. La mia piccolina ha iniziato la scuola da poco ma devo dire che se la sta cavando proprio bene.

Cos’è la coordinazione oculo manuale?

La coordinazione oculo manuale è semplicemente la capacità di coordinare correttamente percezione visiva e movimento della mano. In altre parole è la capacità di effettuare i corretti movimenti della mano in base agli stimoli visivi ricevuti.
Alcune semplici attività possono permetterci di valutare il livello di capacità oculo manuale di nostro figlio. Chiedetegli di infilare delle perline,  di tagliare con le forbici, di ricopiare figure geometriche, numeri o lettere e guardate come se la cava.
Potrebbe interessarti: Tablotto per bambini dai 4 ai 6 anni

… e se il bambino ha una capacità oculo manuale ancora non efficiente?

Comunque se vi rendete conto che la coordinazione oculo manuale di vostro figlio non è al top ecco alcune semplici attività divertenti per svilupparla.

Shangai

Il gioco dello Shanghai richiede molta pazienza, attenzione e precisione nei movimenti ed è quindi un ottimo gioco per sviluppare la coordinazione oculo manuale. Il gioco è adatto per bambini a partire dai 5 anni di età.

Un giocatore prende i famosi bastoncini di legno con le punte rivolte in basso sul piano e li lascia cadere in modo casuale. Dovrà poi raccogliere il numero maggiore di bastoncini sfilandoli senza far muovere niente. Se fa muovere qualcosa starà al giocatore successivo. Ogni bastoncino ha un determinato punteggio in base alle bande disegnate. Vince ovviamente il giocatore che fa un punteggio più alto. Potete acquistare gli Shangai in cartoleria o in qualsiasi negozio di giocattoli. A titolo esemplificativo ecco degli  esempi di Shangai venduti on line. 

Le costruzioni

I famosi mattoncini colorati sono perfetti per lo sviluppo della coordinazione oculo-manuale e per l’attenzione del bambino.

Se vi unirete a vostro figlio nel costruire edifici, castelli e astronavi questo diventerà un momento tutto vostro, divertente ed educativo al tempo stesso.

Potrebbero interessarti: Gli incastri solidi del Metodo Montessori

Il labirinto

Il gioco del labirinto è molto utile allo sviluppo motorio del bambino.

Se il bambino è in difficoltà aiutalo facendogli notare le possibilità di percorso e complimentandoti per i progressi.  A Patata piace molto Il grande libro dei labirinti della Usborne, adatto secondo me a partire dai 5 anni. Per i bambini più piccoli potete provare Labirinti facili facili sempre Usborne.

 

Mira al barattolo

In questo caso si tratta di un divertente esercizio di mira, ossia colpire, da una determinata distanza, dei barattoli di latta con una pallina o dei sacchettini pieni di sabbia.

Il bambino deve mirare e colpire quanti più barattoli possibili. E’ adatto a bambini a partire dai 3 anni. E’ un gioco perfetto da fare in giardino ma anche in camera magari attutendo il rumore con un tappeto di base. Potete trovare i barattoli belli, colorarti e con i numeri dipinti nei negozi di giocattoli (ad esempio alla Città del sole ad un costo di circa 20 euro) oppure utilizzare dei barattoli di latta vuoti come quelli del caffè e delle lattine di bibite  e delle palline da tennis o dei sacchettini che riempirete di sabbia.

Freccette e bersaglio magnetico

Un altro gioco di mira e coordinazione oculo manuale è rappresentato dal gioco delle freccette.

Per i più piccoli sono ottime le freccette o palline adesive grazie al feltro, per i bambini un po’ più grandicelli sono molto belle le freccette magnetiche. Qui trovate qualche esempio di bersaglio con freccette e palline in feltro o frecce magnetiche (come abbiamo noi).

Lancia la pallina

Questo gioco consiste nel lanciare una o due palline in aria, a seconda dell’età e dell’abilità del bambino, e riprenderle prima che cadano a terra (come un piccolo giocoliere).

In base all’età del bambino può essere utilizzata una sola o entrambe le mani e lanciata una alla volta o due palline contemporaneamente. Non rendete troppo difficile il gioco, che deve restare un divertimento e deve far sentire il bambino comunque adeguato.

Tutte queste attività sono esempi di esercizi utili per sviluppare le capacità di coordinazione oculo manuale del bambino e saranno tanto più efficaci, quanto più riuscirete a renderle divertenti e volute dal bambino, magari giocando e complimentandovi con il piccolo per i propri miglioramenti. 

 

Disclaimer

I contenuti dell’articolo pubblicato non vogliono in alcun modo sostituire il parere dello specialista di riferimento, ma devono considerarsi note a carattere informativo. Leggi il disclaimer e le note legali

Autore