Crea sito
Questo sito contribuisce all'audience di Pianeta Donna

– Che cosa è la malattia mani, piedi, bocca?

E’ una malattia esantematica più frequente nei bambini fino ai 5 anni di età, può  colpire comunque, anche se più raramente, gli adulti. Nota anche come hand foot and mouth disease (HFMD), è caratterizzata dalla comparsa di vescicole sul palmo della mano, sulla pianta del piede e al cavo orale.

 

mani piedi e bocca

 

– Da che cosa è provocata?

E’ provocata da virus appartenenti al gruppo degli Enterovirus, il virus che più frequentemente è responsabile della malattia è il Coxsackievirus A16 (ma anche altri Coxsackievirus e l’Enterovirus 71).

 

LEGGI ANCHE: Malattie esantematiche: La sesta malattia

 

– Come viene trasmessa la malattia mani, piedi, bocca?

Il contagio avviene sia per via orale (solitamente nella prima settimana di malattia), attraverso un contatto diretto con secrezioni nasali o micro gocce di saliva (starnuti, colpi di tosse o semplicemente parlando) di pazienti affetti sia per contatto oro-fecale (il contagio avviene a volte anche dopo un mese dalla guarigione) ossia dalle feci del paziente. La malattia non può essere trasmessa tra animali e uomini.

 

– Dopo quanto tempo dal contagio si manifesta la malattia?

L’incubazione dura di norma da 3 a 6 giorni prima della comparsa dei sintomi.

 

LEGGI ANCHE: La scarlattina: riconoscerla e curarla 

 

Come si manifesta?

La malattia esordisce con la febbre (in media sui 38,5° C), scarso appetito, malessere generale e dolori addominali. Dopo uno/due giorni dall’inizio della febbre si manifesta l’esantema. Dapprima in bocca, su lingua, interno guance si tratta di macule rosse di 4-8 mm, che poi diventano piccole vescicole che tendono facilmente a rompersi e provocano spesso dolorose ulcerazioni che possono creare fastidi ad alimentarsi. Dopo uno/due giorni l’esantema si diffonde al corpo, soprattutto sui palmi delle mani e sulle piante dei piedi, può essere presente anche su ginocchia, gomiti e sedere. Anche sul corpo abbiamo inizialmente delle macchie rosse che si trasformano in vescicole grigiastre dalla forma tipica, ellittica con l’ asse maggiore disposto parallelamente alle linee di tensione cutanea, in genere non provocano prurito.  Possono verificarsi, soprattutto nei bambini, problemi di disidratazione dovuti alla difficoltà di deglutire e bere una quantità sufficiente di liquidi, a causa del dolore alla bocca. Se necessario consultate il medico. La guarigione avviene nel giro di 7-10 giorni spontaneamente. Raramente si verifica febbre alta, intenso malessere, diarrea.

 mani piedi e bocca

 

– Come si cura la malattia mani, piedi, bocca?

E’ utile, se necessario, somministrare antipiretici per la febbre (paracetamolo) e rimedi locali, come lavaggi o spray per la bocca, per attenuare il dolore e facilitare l’ingestione di cibo e liquidi. E’ sempre raccomandabile chiamare e seguire i consigli del pediatra.

 

LEGGI QUI: Malattie esantematiche nei bambini, conoscerle per distinguerle

 

– Come si può prevenire?

E’ utile lavarsi spesso e accuratamente le mani soprattutto durante il cambio dei pannolini o dopo aver usato la toilet ( o accompagnato il bambino) ed osservare con particolare attenzione le comuni norme igieniche (ricordandosi che la malattia si trasmette anche attraverso le feci). Non bisognerebbe avere contatti troppo ravvicinati col paziente, come baci e abbracci. Non rompere le bolle limita la diffusione del virus. E’ bene ricordare che il bambino già colpito da mani, piedi e bocca può comunque riammalarsi a causa dei diversi ceppi di virus che possono provocare la malattia.

 

– Può essere pericolosa in gravidanza?

Puo’ dare complicazioni in gravidanza quali la comparsa di un anasarca fetale o un incremento del volume del liquido amniotico. Più avanzata è la settimana raggiunta e, in genere, minori sono i rischi. In caso di possibile contagio è necessario informare tempestivamente il proprio ginecologo.

 

– Quando può tornare a scuola il bambino?

Una volta scomparsa la febbre il bambino può tornare a scuola.

 

Fonte principale:

Hand foot and mouth disease, Center for disease control and prevention

 

 

Disclaimer

I contenuti dell’articolo pubblicato non vogliono in alcun modo sostituire il parere dello specialista di riferimento, ma devono considerarsi note a carattere informativo. Leggi il disclaimer e le note legali

Autore