Crea sito
Questo sito contribuisce all'audience di Pianeta Donna

 

Sfatiamo subito i miti non esistono posizioni magiche per concepire più facilmente, tuttavia le posizioni che sembrerebbero migliori per rimanere incinta sono quelle che aiutano gli spermatozoi a raggiungere il loro traguardo finale : il collo dell’utero. Forse sarebbe meglio evitare per un po’  le posizioni che sfidano la gravità, come il sesso in piedi, seduti o con la donna sopra. Fra le posizioni più consigliate ci sono  sicuramente: la posizione nella quale la donna sta sdraiata supina sotto il compagno (detta del missionario), la posizione nella quale la donna è in posizione di quadrupedia ossia carponi (in fondo la maggior parte dei mammiferi si accoppiano così…) e ancora la posizione in cui entrambi i partners sono sul fianco.

Sembra che possa avere importanza anche l’orgasmo femminile: un ambiente vaginale più umido aiuterebbe il movimento degli spermatozoi e le contrazioni vaginali potrebbero anch’esse facilitarne il viaggio.

 

LEGGI ANCHE: Giorni fertili: tutti i modi per individuare l’ovulazione

 

Altro consiglio pratico è di non alzarsi subito dopo il rapporto ma restare sdraiate, tenendo le gambe in aria (appoggiatele al muro) per 20-30 minuti: questo aiuterebbe gli spermatozoi a raggiungere con maggiore probabilità  la propria destinazione finale.

L’ultimo consiglio è di non lavarsi immediatamente dopo aver avuto un rapporto sessuale ma attendere una mezzora restando sdraiate.

I ginecologi da parte loro sono normalmente scettici sull’argomento,  non è stato dimostrato che determinate posizioni siano favorevoli o meno al concepimento. Gli spermatozoi (parliamo di milioni di spermatozoi) entrano immediatamente in contatto con il muco cervicale e nuotano verso l’alto. Tale meccanismo non risentirebbe della gravità.

 

LEGGI ANCHE: Come rimanere incinta: voglio un bebè

 

La cosa importante, durante i rapporti sessuali, è rimanere rilassate  (lo stress è nemico della fertilità) e mantenere una buona intesa sessuale con il proprio partner, evitando di far si che fare sesso diventi un vero e proprio lavoro pro-procreazione.

 

Disclaimer

I contenuti dell’articolo pubblicato non vogliono in alcun modo sostituire il parere dello specialista di riferimento, ma devono considerarsi note a carattere informativo. Leggi il disclaimer e le note legali

Autore