Crea sito
Questo sito contribuisce all'audience di Pianeta Donna

Quando nasce un bebè le neomamme si trovano ad affrontare il grande universo dei prodotti per neonati, la pubblicità cerca di farci credere che il nostro piccolo necessiti di tanti e costosi prodotti per l’igiene quotidiana. Spesso non si ha idea di come orientarsi in modo critico nella scelta dei prodotti giusti, le nostre informazioni derivano in genere solo dalla pubblicità. E’ importante conoscere le reali esigenze del bambino così da utilizzare i prodotti utili e giusti, dando come sempre  un occhio alla salvaguardia dell’ambiente.

La maggior parte dei prodotti normalmente in commercio contengono ingredienti aggressivi, se non nocivi per la delicata cute del neonato, parabeni (Methylparaben, Ethylparaben, Propylparaben, Isobutylparaben, Butylparaben,e Benzylparaben), paraffina, profumazioni sintetiche, talco etc.

 

Ecco qualche suggerimento per affrontare i diversi momenti dell’igiene del bebè in modo naturale, sicura  e fai da te:

1) Pulizia sederino

Per pulire il sederino, al posto delle salviette umidificate commerciali, potete utilizzare delle faldine di cotone o delle garze imbevute con olio di semi di girasole, di oliva o di mandorle. L’olio è il modo migliore pur pulire il bambino, è comodo, efficace, economico, previene le irritazioni e idrata la pelle.

Se il profumo che l’olio lascia sulla pelle non è vi piace potete aggiungere una goccia di olio essenziale di mandarino ( molto delicato e con effetto rilassante).

Quando siete a casa o potete è sempre consigliabile lavare il bebè con acqua corrente, sempre dal davanti verso il dietro, aggiungendo una minima quantità di sapone delicato, solo se  necessario, così da non impoverire ed irritare la delicata pelle del bambino.

 

LEGGI ANCHE: Igiene bambini, come e quanto spesso lavare i bambini

 

2) Crema per il sederino

Dovete utilizzarle solo in presenza di irritazioni, nella quotidianità è sufficiente l’idratazione fornita dagli oli utilizzati durante la pulizia  o dall’olio per il massaggio post bagnetto. Se il sedere è irritato utilizzate le creme allo zinco in commercio in quantità non eccessiva. Fate, inoltre, particolare attenzione a non irritare la cute del bebè con saponi troppo aggressivi , in quantità eccessive o con un utilizzo troppo frequente.

3) Il bagnetto

Il bambino non ha bisogno di essere lavato in modo particolarmente profondo, è importante la delicatezza del prodotto, l’alta tollerabilità cutanea, l’assenza di sostanze nocive e possibilmente di profumazione ( o la presenza di una leggera profumazione).

La soluzione più semplice, consigliata solitamente da tutte le puericultrici consiste nell’aggiungere un cucchiaio di amido di riso o di mais all’acqua del bagnetto. L’amido deterge delicatamente la pelle, che rimane morbida e idratata.

Al posto dell’amido potete utilizzare anche il comune bicarbonato di sodio, deterge e igienizza, ottimo per pelli delicate, allergiche e se sono presenti irritazioni, come ad esempio la sudamina durante la stagione calda.

 

LEGGI ANCHE: Come fare il primo bagnetto al neonato

 

Per lavare i capelli  potete usare uno shampoo-olio baby delicato, avendo l’accortezza di utilizzarne poco, diluito in acqua e non più di 2-3 volte la settimana. Un’ottima soluzione per lavare i capelli è rappresentata dalla saponetta alla calendula (ottima quella della Weleda) o dalla saponetta al burro di Chiuri, delicate e naturalissime. Formate un po’ di schiuma nelle mani e poi lavate delicatamente cuoio capelluto e capelli. Quando non lavate i capelli con il detergente potete sciacquarli semplicemente con l’acqua.

4) Olio per il corpo

Dopo il bagno potete massaggiare il corpo del bebè con un olio, per fargli le coccole, rilassarlo,  nutrire e idratare la sua pelle o per alleviare il rossore causato dalla dermatite da pannolino. Ottimi sia l’olio di oliva che l’olio di mandorle. E’ sufficiente una piccola quantità di prodotto (qualche goccia) per idratare tutto il corpo del bebè.

 

5) …e se il bebè ha la pelle molto secca?

Per idratare la pelle secca del bebè puoi  utilizzare la farina di avena. Rendi l’avena finissima utilizzando un frullatore poi mettine due/tre cucchiai nell’acqua del bagnetto. Idraterà in profondità la pelle del bambino.

6)… e se proprio non puoi rinunciare al talco

Sostituitelo con una polvere finissima ottenuta frullando 50% di amido di mais e 50% di amido di riso, la polvere ottenuta non secca la pelle. Se lo desiderate potete aggiungere qualche goccia di olio essenziale di lavanda.

 

 

Disclaimer

I contenuti dell’articolo pubblicato non vogliono in alcun modo sostituire il parere dello specialista di riferimento, ma devono considerarsi note a carattere informativo. Leggi il disclaimer e le note legali

Autore