Crea sito
Questo sito contribuisce all'audience di Pianeta Donna

Qualche giorno fa ho dovuto portare la mia piccola Patata, di appena cinque anni, dal dentista per una carie ad un molare inferiore. Per farle affrontare il tutto nel modo più sereno possibile il procedimento è stato eseguito in sedazione cosciente.  La prima carie a cinque anni! Lo ammetto ci sono rimasta un po’ male. Patata ha sempre voluto bere il latte subito prima di dormire, per rilassarsi e pur sapendo che non era il comportamento corretto per l’igiene dei suoi denti, ho continuato a darglielo. Fatto sta che ad un un certo punto ho notato la carie ed eccoci qua. Ho scelto il dentista da cui portarla in base al passa parola tra mamme e mi è andata bene. E’ stato molto gentile e socievole con la bambina e l’ha subito messa a proprio agio. Io da parte mia, anche su indicazione della sua assistente, le avevo spiegato perché andavamo e cosa aspettarsi durante la visita. Dopo aver fatto un controllo e la panoramica della bocca, la carie è risultata essere abbastanza profonda e quindi, vista l’età della bambina e la posizione (molare inferiore sinistro) il dentista ha deciso di effettuare la sedazione cosciente, in modo tale che la bambina non sentisse alcun dolore e restasse tranquilla. L’intero intervento non è durato più di quindici minuti e la mia Patata è rimasta a bocca spalancata serena e collaborativa. Dopo qualche timore iniziale (ammetto di aver chiamato il nostro pediatra di nascosto mentre il dentista preparava il materiale) posso dire che tutto si è concluso velocemente. La bambina è rimasta perfettamente vigile e chiedeva (per quanto possibile vista la posizione) spiegazioni al dentista, una volta tolta la mascherina per la sedazione si è ripresa immediatamente e non ha provato nessuna paura nè dolore.

Parlando con altre mamme che, in situazioni simili alla mia, avevano avuto esperienze assai diverse ho pensato di scrivere questo post sulla sedazione cosciente.

La sedazione cosciente viene ottenuta grazie a una miscela gassosa di ossigeno e protossido d’azoto e risulta ideale nell’odontoiatria pediatrica.  L’induzione dell’effetto della sedazione è molto rapido (dell’ordine di qualche minuto), così come rapida è  la metabolizzazione del protossido d’azoto (1-2 minuti).

La paura del dentista provoca paura e ansia sia nei  bambini che devono affrontare questa visita sia nei genitori che li devono accompagnare. Preparare il bambino alla visita dentistica e eliminare ansia e paura durante la stessa permette al dentista di lavorare serenamente e al bambino di restare tranquillo e collaborativo.

Per poter ottenere la sedazione cosciente viene utilizzato un apparecchio  in grado di miscelare ossigeno e protossido d’azoto in percentuali ben definite. La miscela gassosa viene fatta inalare al bambino mediante una mascherina colorata e profumata, che in genere viene fatta scegliere al piccolo. Patata ad esempio ha scelto una mascherina al profumo di cannella.
Il bambino durante il procedimento rimane cosciente, vigile e in grado di collaborante e parlare ma non sente dolore ed è tranquillo.  Una volta finita la seduta e rimossa la mascherina il piccolo è subito pronto a riprendere la giornata normalmente.
La sedazione cosciente è utile anche quando il bambino ha difficoltà a stare a lungo con la bocca spalancata a causa del riflesso del vomito, in quanto permette di ridurre il riflesso faringeo.  In questo modo il bambino può affrontare le cure senza alcuna difficoltà.

Ti potrebbe interessare:

Cure dentali in sedazione cosciente

A che età è consigliabile portare il bambino per la prima visita dal dentista?

Come lavare i denti al tuo bambino

I contenuti dell’articolo pubblicato non vogliono in alcun modo sostituire il parere dello specialista di riferimento, ma devono considerarsi note a carattere informativo.

 

Disclaimer

I contenuti dell’articolo pubblicato non vogliono in alcun modo sostituire il parere dello specialista di riferimento, ma devono considerarsi note a carattere informativo. Leggi il disclaimer e le note legali

Autore