Nostrofiglio.it

La miliaria, comunemente nota come sudamina, è una irritazione della pelle caratterizzata dalla comparsa di un’eruzione pruriginosa causata dall’ostruzione delle ghiandole sudoripare e la conseguente ritenzione del sudore negli strati sottocutanei. Nella forma più comune l’eruzione cutanea è caratterizzata da puntini rossi o bollicine rosa leggermente rilevate. Questo irritazione è causata dell’eccessiva sudorazione, è infatti un disturbo molto frequente nel periodo estivo, anche se può insorgere durante l’inverno qualora si indossino abiti troppo pesanti.

 

miliaria o sudamina

 

Da cosa è causata la miliaria (sudamina)?

Quando un bambino o un neonato sono vestiti in modo inadeguato (in modo troppo pesante) e tenuti in un ambiente troppo caldo e non arieggiato, accumulano calore e sudano copiosamente. Il sudore, ristagnando sulla pelle, provoca irritazione e infiammazione. Compaiono così puntini o bollicine rosa in genere su collo, dorso e all’inguine,  spesso accompagnati da prurito.

LEGGI ANCHE: Come proteggere la pelle dei bambini al sole


Dove si presenta più frequentemente l’rritazione da miliaria?

Generalmente le parti più colpite sono quelle dove il bambino suda di più e si ha maggior ristagno di sudore, il collo, la nuca, l’inguine e la pancia, non di rado l’infiammazione può interessare anche il resto del corpo. Le bolle di sudore sono normalmente più frequenti nelle pieghe della pelle e nelle zone del corpo dove i vestiti sono più aderenti.

 

Come si può trattare la miliaria?

Non esistono terapie vere e proprie per la miliaria, vi sono però rimedi e attenzioni che permettono di tenere sotto controllo e attenuare il disturbo.

 Tenere il bambino in un ambiente fresco, evitate ad esempio di portarlo al mare nelle ore più calde della giornata.

E’ importante vestire il bambino il meno possibile, utilizzare abiti leggeri in tessuti naturali come il cotone, che non impediscono la traspirazione. Se è possibile è bene togliere anche il pannolino per evitare l’eccessiva sudorazione.

– Utilizzate l’aria condizionata se ne disponete (ovviamente regolatela in modo sensato).

Fate al bambino dei bagnetti rinfrescanti con acqua tiepida anche più volte al giorno, potete aggiungere un cucchiaio di bicarbonato o di amido di riso o di mais (hanno un effetto rinfrescante).

– Una volta risolta l’irritazione potete applicare una crema all’ ossido di zinco per per ammorbidire la pelle ruvida e screpolata delle zone interessate dall’irritazione.

– E’ importante ricordarsi di tagliare spesso le unghie al bambino, così da evitare che peggiori la situazione grattandosi per il prurito.

– Se la miliaria è diffusa e il prurito intenso, il pediatra può decidere di prescrivere un antistaminico da assumere per via orale.

 

Come si può prevenire la miliaria?

Nei giorni più caldi tenete  il bambino in casa o cercate un posto all’ombra fresco per farlo giocare. Non coprire troppo i bambini, utilizzate vestiti in cotone morbidi e non troppo aderenti (così da favorire la traspirazione), come già detto, se possibile togliete il pannolino. Assicuratevi che il piccolo sia ben idratato, offrigli spesso da bere. In casa mantenete un ambiente fresco, arieggiato e asciutto, utilizzate tranquillamente, anche in presenza di neonati, l’aria condizionata se ne disponete (settata in modo leggero o anche solo come deumidificare) o un ventilatore (ovviamente non direzionato sul bambino).

Disclaimer

I contenuti dell’articolo pubblicato non vogliono in alcun modo sostituire il parere dello specialista di riferimento, ma devono considerarsi note a carattere informativo. Leggi il disclaimer e le note legali

Autore