Crea sito
Nostrofiglio.it

Per poter conservare in modo sicuro gli alimenti  nel frigo e nel freezer di casa nostra e poter congelare cibi in piena tranquillità è sufficiente osservare alcune semplici regole per una conservazione corretta.

Effettuare una corretta conservazione degli alimenti è fondamentale prima di tutto per la nostra salute e in secondo luogo per mantenere le proprietà dell’alimento stesso, ossia le sue specifiche caratteristiche quali contenuto nutrizionale, sapore, odore, aspetto e consistenza.

 

Ecco alcuni suggerimenti pratici per conservare correttamente, in modo sicuro gli alimenti nel frigorifero di casa nostra:

1) Fate attenzione alla temperatura all’interno del vostro frigorifero. La temperatura interna del frigo deve essere sui 4 °C nella parte centrale per permettere di conservare correttamente gli alimenti.  E’ sempre consigliabile collocare il frigorifero lontano da possibili fonti di calore (forno, calorifero), sia per un ottimale consumo energetico sia per un funzionamento corretto.  Cercate di aprire il frigo solo quando necessario e per breve tempo così da non comprometterne la temperatura interna.  Per lo stesso motivo non riponete mai in frigo alimenti ancora caldi.

2) All’interno del frigo si hanno temperature diverse a seconda della zona. Nei frigoriferi di nuova generazione è in genere indicato dove riporre i diversi alimenti in base alla loro temperatura di conservazione ottimale. Abbiamo così il cassetto per carne e pesce, il cassetto per le verdure etc. Se nel vostro frigo non ci sono questo tipo di indicazioni, tenete conto che la carne e il pesce devono essere conservati nella parte più fredda del frigo (intorno ai 2 gradi), in genere la parte più in basso, subito sopra il cassetto per le verdure. I tempi di conservazione variano in base agli alimenti e alle performance del frigo, un giorno per la carne macinata, due giorni per pollo e tacchino, tre giorni per carne in genere e affettati, un giorno per il pesce già pulito.  La verdura e la frutta si conservano nell’apposito cassetto in basso, dove la temperatura è maggiore. Questi alimenti infatti possono rovinarsi se conservati a temperature troppo basse. La parte centrale del frigo è adatta a tutto il resto uova, latte, formaggi, yogurt, paste fresche etc etc. E’ bene ricordare che i ripiani nella parte intera della porta sono il punto più caldo del frigorifero e sono adatti per conservare solo prodotti che richiedono poca refrigerazione quali bibite, burro etc etc.

3) Fate attenzione a non stipare troppo il frigo, per una refrigerazione corretta è importante che rimanga spazio tra gli alimenti per permettere la circolazione del freddo.

4) E’ buona norma fare attenzione alle possibili contaminazioni. Separate sempre con cura i cibi cotti da quelli crudi, eviterete così il passaggio di contaminanti agli alimenti già pronti per essere consumati. Fate ancora più attenzione a questo punto se siete in stato interessante.

5) Per una maggiore igiene del frigo è buona norma togliere gli involucri esterni di cartone (dello yogurt, delle uova, i sacchetti in cui sono state pesate frutta e verdura) prima di riporre i cibi nel frigo.

6) Conservate sempre i cibi in frigo in appositi contenitori ben chiusi o accuratamente coperti con pellicole o piatti.

7) E’ buona norma abbassare la temperatura del frigo in vista dell’arrivo della nuova spesa!

8) E’ buona norma pulire regolarmente l’interno del frigorifero. Potete utilizzare del  semplice bicarbonato di sodio diluito in acqua, è igienizzante, economico ed ecologico.

 

Ecco alcuni suggerimenti per congelare e conservare correttamente e in completa sicurezza i cibi nel freezer di casa:

1) E’ consigliabile abbassare la temperatura del freezer prima di andare a fare la spesa.

2) I cibi in freezer possono essere tenuti ben stipati senza compromettere la funzionalità del freezer ma anzi facilitandola.

3) Quando si introducono nuove confezioni in freezer è bene non posizionarle vicino alle confezioni già presenti per non alterarne la temperatura.

4) Ricordare che i liquidi (brodo, sughi etc) aumentano di volume congelando, mai riempire troppo i contenitori.

5) Per preparare i cibi da congelare ricordate:

 Eliminate le parti che non verranno utilizzate (grasso della carne, parti non utilizzate di frutta e verdura). Lavate ed asciugate con cura verdura e frutta.

Tagliate gli alimenti in pezzi abbastanza regolari in modo che, una volta scongelati abbiano tutti lo stesso tempo di cottura.

Prima di congelarli confezionate i cibi in modo corretto. I cibi devono essere ben protetti, a contatto col gelo le eventuali parti esposte si deteriorerebbero, sarebbero sottoposte al processo di essiccamento e potrebbero trasmettere il proprio odore, se pronunciato agli altri cibi o al contrario assorbirlo. Scegliete confezioni o materiali appositi resistenti al freddo e impermeabili all’acqua e agli odori. Ottimi i sacchetti in polietilene, le vaschette in alluminio, i contenitori in vetro con chiusura ermetica etc. Non dimenticate di scrivere su ciò che congelate il contenuto e la data di congelamento.

6) Quasi “qualsiasi avanzo di cibo” è congelabile, a patto che arrivi nel freezer in perfette condizioni di partenza. Se volete congelare un cibo non lasciatelo in tavola a temperatura ambiente per delle ore nè lasciatelo in frigo due giorni prima di decidere di congelarlo.

7) Per quanto riguarda il pesce, si possono congelare tutti i tipi di pesce sia di mare che di acqua dolce. Il pesce deve essere bello fresco, pulito, squamato, lavato e congelato nel giro di poche ore per garantirne qualità e sicurezza. Se il pesce è di grosse dimensioni potete tagliarlo a tranci o a filetti.

8) Per quanto riguarda le verdure, possono essere congelate quasi tutti i tipi ad esclusione di quelle troppo ricche di acqua come le insalate. E’ consigliabile sbollentarle in acqua bollente per qualche minuto prima di scolarle, lasciarle raffreddare e congelarle.

9) Per quanto riguarda la frutta , va  lavata e asciugata con cura prima di riporla nei contenitori scelti. Se volete congelare frutta di piccole dimensioni come fragole, lamponi, mirtilli  potete o congelarla senza zucchero disponendola su dei vassoi, coprendola e riponendola nel congelatore e qualche ora dopo una volta che sarà ben congelata riporla in contenitori definitivi sigillati oppure potete congelare la frutta con lo zucchero, circa 20 grammi di zucchero per ogni 100 grammi di frutta, anche in questo caso la disporrete prima su dei vassoi, aggiungerete lo zucchero, coprirete il tutto, mettere per alcune ore in congelatore prima di riporla in modo definitivo in vaschette ben chiuse o sacchetti di polietilene. Se volete congelare frutta di medie dimensioni, dopo averla lavata, sbucciata e tagliata in due o più pezzi, dovete confezionarla in contenitori di vetro appositi e ricoprirla con uno sciroppo di zucchero e acqua.

10) Per quanto riguarda la carne, una volta eliminate le parti grasse è consigliabile porzionare e avvolgere la carne in carta di alluminio o pellicola trasparente.

11) E’ possibile conservare in freezer anche pane e impasti dolci o salati. E’ sufficiente riporli in sacchetti di polietilene ben chiusi.

Disclaimer

I contenuti dell’articolo pubblicato non vogliono in alcun modo sostituire il parere dello specialista di riferimento, ma devono considerarsi note a carattere informativo. Leggi il disclaimer e le note legali

Autore