Crea sito
Nostrofiglio.it

Mani. gambe e piedi gonfi sono certamente disturbi tipici della gravidanza, fastidi che peggiorano nel terzo trimestre e che sicuramente risultano più pesanti se, come me alla prima gravidanza, vi trovate a viverli in piena estate (il mio primo figlio è nato il 22 settembre…)

 

– Perché in gravidanza si hanno mani, gambe e piedi gonfi?

Fin dai primi mesi della gravidanza  aumenta la presenza di liquidi nei tessuti  dovuta alle variazioni ormonali (soprattutto estrogeni e progesterone), alla vasodilatazione e all’aumentata permeabilità dei vasi sanguigni. Tutti questi cambiamenti favoriscono la comparsa di edemi. Verso la fine della gravidanza la sintomatologia  peggiora ulteriormente a causa dell’ aumento del volume dell’utero che va a comprimere i vasi venosi (GUARDA QUI), rendendo sempre più difficoltoso il ritorno del sangue al cuore. Ultima aggravante il caldo nel periodo estivo, che accentua la vasodilatazione, si ha quindi un ulteriore rallentamento della circolazione venosa e linfatica.

LEGGI ANCHE: Utero come si trasforma in gravidanza

– Quali sono i rimedi per mani, gambe e piedi gonfi durante la gestazione?

  • Prima accortezza consiste nel cercare di non aumentare eccessivamente di peso;
  • Ottimi i pediluvi con acqua fresca e brevi docce fresche nelle zone maggiormente interessate.  All’acqua del pediluvio si può aggiungere del sale grosso (2-3 cucchiai) che aiuta a sgonfiare il tessuto richiamando i liquidi o erbe benefiche, sia fresche che secche, come lavanda, menta e rosmarino;

piedi gonfi pediluvio

  • Evitate di stare ferme in piedi a lungo;
  • Fondamentale il movimento, contrastate la sedentarietà, ottimo fare ogni giorno una passeggiata. Camminare migliora la circolazione. Se siete al mare fate lunghe passeggiate in acqua (scegliete orari non troppo caldi ovviamente);
  • In spiaggia non state immobili al sole e non esponete le gambe direttamente al sole, rinfrescatevi con acqua fresca quando vi sentite accaldate;
  • Rilassatevi ogni giorno, più volte al giorno, sdraiate con le gambe rialzate con l’ausilio di un cuscino;

piedi gonfi in gravidanza

  • Per diminuire i gonfiori e donare benessere sono indicati  i massaggi linfodrenanti fatti da operatori esperti;

piedi gonfi

  • Potete chiedere al vostro compagno di effettuare semplici massaggi con movimenti circolari delle mani a partire dalle caviglie e procedendo verso l’alto;
  • Utilizzate sempre scarpe comode, a pianta larga meglio se con un leggero tacco di 3-4 centimetri;
  • Bevete almeno 2 litri di acqua al giorno per favorire la diuresi ed evitare la ritenzione idrica;
  • Cercate di limitare il più possibile il sale in cucina o alimenti ricchi di sale;
  •  Alcuni alimenti aiutano sia a livello della circolazione sanguigna sia migliorando i processi depurativi dell’organismo, consumate in abbondanza fragole,albicocchhe, pesche, meloni, ribes e mirtilli, kiwi e agrumi (ricchi di vitamine, minerali e bioflavonoidi).

 

– Quando dobbiamo preoccuparci?

Se il gonfiore è molto accentuato e presente oltre che alle mani, alle gambe e ai piedi anche a livello del volto, potrebbe  essere un sintomo di preeclampsia, un disturbo serio, da tenere sotto controllo in gravidanza. In tal caso è bene contattare il proprio ginecologo, che vi misurerà la pressione arteriosa e prescriverà un esame delle urine per valutare la presenza o meno di proteine nelle stesse.

 

Disclaimer

I contenuti dell’articolo pubblicato non vogliono in alcun modo sostituire il parere dello specialista di riferimento, ma devono considerarsi note a carattere informativo. Leggi il disclaimer e le note legali

Autore