Crea sito
Nostrofiglio.it

Durante la gravidanza si verificano numerose  modificazioni ormonali che rendono la pelle molto più sensibile, è quindi ancora più importante scegliere con consapevolezza i prodotti da utilizzare.

Per iniziare ad orientarvi nel variegato mondo dei prodotti per il corpo tenete conto che:

– Su qualsiasi prodotto deve essere presente per legge la lista degli ingredienti: un elenco dei componenti breve è normalmente indice di un prodotto naturale.

La lista degli ingredienti inizia quasi sempre con l’acqua (componente in maggior percentuale) per proseguire poi con i componenti via via in minor percentuale. Un componente, che per così dire non ci piace molto ma si trova in trentesima posizione sulla lista dei componenti del prodotto, mi dice che quella sostanza è si presente ma in piccola quantità, la situazione cambia se la sostanza è nelle prime posizioni.

–  On-line potete trovare il biodizionario, una guida per valutare i prodotti in commercio, che indica se i componenti contenuti sono sicuri (pallino verde), accettabili se in bassa quantità (bollino giallo) o sconsigliati (bollino rosso).

– Sono da evitare in gravidanza sia i prodotti contenenti acido retinoico che alte quantità di Vitamina A. L’assunzione di Vitamina A ad alti dosaggi è stata infatti associata a malformazioni del sistema nervoso centrale nel nascituro. Durante l’allattamento tale vitamina è secreta nel latte materno, è quindi consigliabile non superare le dosi giornaliere raccomandate.

– Sono da evitare i prodotti che contengono derivati dalla raffinazione del petrolio come petrolato, vasellina, oli minerali, paraffina liquida etc.

– State attente all’impiego degli oli essenziali, è meglio in particolare evitare i prodotti che contengono olio di basilico, finocchio, cannella, origano, timo, angelica e canfora.

– Preferite i prodotti con scritto sulla confezione “Paraben free” , “non contiene SLS (sodio laurilsolfato), “senza peg”,  “senza coloranti” , “senza donatori di formaldeide”, “senza petrolati” o “con ridotte quantità di conservanti”.

 

Fate inoltre attenzione alla conservazione e alla scadenza del prodotto. Non tenete le creme e gli altri prodotti per il corpo vicino a  fonti di calore o esposti alla luce solare. Cosmetici e prodotti per la cura del corpo in genere, riportano sull’etichetta, sul retro, il tempo massimo entro il quale è garantita l’efficacia e la sicurezza del prodotto, una volta aperto. 

 

La natura ci offre gli oli vegetali naturali per la cura del corpo in gravidanza e allattamento. L’olio di mandorle dolci  è certamente il più conosciuto e utilizzato, ma non sono certamente da meno l’olio di germe di grano, l’olio di Jojoba, l’olio di avocado o il comunissimo olio di oliva. Gli oli naturali possono essere utilizzati in gravidanza e allattamento in piena sicurezza, senza alcun pericolo.

 

Come idratare la pelle durante la gravidanza e combattere le smagliature

Durante la gravidanza la pelle del corpo tende a seccarsi più facilmente ed è quindi importante idratarla quotidianamente. Per il corpo potete scegliere una crema che vi piace, tenendo conto dei suggerimenti sopra riportati e rassicurate dal fatto che, per legge, deve essere riportato in etichetta l’eventuale presenza di sostanze nocive in gravidanza.

Per il ventre ed i fianchi, le zone in cui la pelle è sottoposta ad una maggiore tensione col progredire della gestazione, sarà meglio utilizzare prodotti specifici anti smagliature come l‘olio di mandorle dolci. Potete iniziare ad applicarlo da quando scoprite di essere in attesa. Mettetene qualche goccia nell’acqua della vasca da bagno oppure applicatelo sulla pelle ancora bagnata dopo la doccia. Dal quarto/quinto mese di gravidanza  sarebbe meglio fare due applicazioni al giorno nelle zone più a rischio. A me piacciono molto i prodotti della Weleda, semplici e naturali (quelli consigliati in gravidanza sono privi di petrolati, profumi sintetici, coloranti e conservanti), si trovano in farmacia ed hanno un prezzo non eccessivo. L’olio 9 mesi è ottimo, è composto da olio di mandorle dolci, olio di jojoba e olio di germe di grano. Specifico per le smagliature potete provare Olio smagliature a base di olio di mandorle dolci, olio di germe di grano ed estratto di arnica.

Dal momento che  una volta comparse le smagliature sono difficilissime da cancellare, è sicuramente consigliabile cercare di prevenirle con tutte le  strategie possibili oltre agli oli e le creme:

– Non aumentate eccessivamente di peso così da non sollecitare oltremisura la pelle, aumentando in tal modo la probabilità della comparsa delle smagliature.

– Seguite un’alimentazione sana e ricca di vitamine che migliorino l’elasticità e l’idratazione della cute. Consumate abbondante frutta, verdura , legumi, frutta secca, pesce e oli vegetali e bevete molta acqua così da idratare la pelle dall’interno.

 

Come curare il seno in gravidanza e durante l’allattamento

Il seno necessita di una particolare cura prima e dopo il parto, ancor di più se decidete di allattare. I cambiamenti ormonali ne modificano profondamente la struttura, il forte aumento delle dimensioni, solitamente anche di due-tre misure provoca una sollecitazione, distensione cutanea molto accentuata. Le continue variazioni di dimensioni durante l’allattamento mettono a dura prova l’elasticità cutanea.

E’ importante curare il seno durante la gravidanza, idratandolo e aumentandone l’elasticità utilizzando creme e oli elasticizzanti per prepararlo al notevole aumento di dimensioni, alle oscillazioni seno pieno/seno vuoto tipiche dell’allattamento ed evitare così la comparsa di smagliature.

In farmacia potete trovare oli e creme utili per rinforzare il capezzolo, rendendo la pelle più elastica e meno delicata, in vista della nascita del bebè. Durante l’allattamento potete inoltre utilizzare qualche goccia di olio di mandorle per la prevenzione delle screpolature del capezzolo.

 

Come pulire il viso in modo delicato e naturale

Potete utilizzare l’olio di mandorle sia per struccare la pelle che come nutriente dopo la pulizia. Potete inoltre preparare un ottimo scrub per il viso mescolando un cucchiaino di zucchero di canna e un po’ di olio di mandorle.

 

… e per quanto riguarda i capelli?

Se i vostri capelli appaiono sfibrati potete fare degli impacchi da tenere almeno per un’ora con un olio vegetale naturale, olio di mandorle dolci, olio di avocado, olio di jojoba, olio di germe di grano o olio di oliva a vostra scelta. I capelli appariranno subito nutriti e più lucidi.

 

… e per la cellulite?

Scegliete creme contenenti blandi stimolanti naturali per la circolazione o che aiutano a drenare i liquidi come ippocastano, edera, mirtillo, vite rossa, gingko biloba e ananas. Sono invece da evitare le creme che contengono caffeina e iodio.

 

… e per quanto riguarda la depilazione?

Il metodo più consigliato rimane il classico rasoio, le creme depilatorie possono risultare irritanti e la ceretta (mai calda) può provocare la rottura di capillari, più fragili in questo periodo.

 

Disclaimer

I contenuti dell’articolo pubblicato non vogliono in alcun modo sostituire il parere dello specialista di riferimento, ma devono considerarsi note a carattere informativo. Leggi il disclaimer e le note legali

Autore