Crea sito
Nostrofiglio.it

In molte delle nostre case sono presenti e fanno parte della famiglia degli animali domestici, cani, gatti, uccellini vari, criceti e simili, tartarughe, pesci etc. Quando una donna resta incinta si pone in genere il problema di come comportarsi per evitare possibili fattori di rischio per la gravidanza e il bambino in crescita.

 

Ma a cosa dobbiamo fare realmente attenzione?

In generale è importante fare attenzione a dove si acquistano gli animali e alla loro provenienza. Gli animali malati infatti, soprattutto per quanto riguarda volatili e criceti, lo sono fin dalla nascita.

E’ buona norma effettuare periodici controlli veterinari per accertarsi della salute del nostro compagno domestico ed effettuare le vaccinazioni consigliate.

Avvertire il veterinario che siete incinta ed effettuare su sua indicazione un ulteriore controllo o esami specifici.

Non occuparsi durante la gravidanza della pulizia della lettiera del gatto o della gabbia di uccelli o criceti (o simili). Se non potete delegare utilizzate sempre guanti di gomma e disinfettate quotidianamente con ammoniaca.

 

Toxoplasmosi

Il toxoplasma (un protozoo) può essere presente nelle feci del gatto (Sono noti altri modi di trasmissione non dipendenti dai nostri amici animali, quali carne cruda, verdura e frutta contaminate etc .. Per approfondire guarda qui). Contratta nel I e II trimestre di gravidanza la toxoplasmosi può essere molto pericolosa e causare lesioni al feto o aborto.

Cosa fare: delegate ad altri la pulizia della lettiera o utilizzate sempre dei guanti. Disinfettate con ammoniaca se il gatto sporca in  casa. Lavatevi le mani dopo aver toccato e/o giocato con il vostro micio.

 

Leptospirosi

Può essere trasmessa all’uomo da cani, gatti, cavalli (che possono a loro volta averla contratta consumando acqua o cibo contaminato da topi e ratti) e dai topi (prima fonte di infezione) o dal cibo o acqua contaminati da essi.

Può causare l’aborto. Se prontamente diagnosticata e curata adeguatamente con antibiotici la gravidanza può proseguire e non comportare rischi per il bambino. Per approfondimenti su questa patologia guarda qui.

Cosa fare: è consigliabile tenere sotto controllo veterinario cani e gatti ed effettuare le vaccinazioni annuali raccomandate. Se conservate delle scorte alimentari in cantina assicuratevi che non siano presenti topi.

 

 

Psittacosi

Può essere trasmessa attraverso le feci di uccelli tropicali come pappagalli, canarini e cacatua. La trasmissione avviene per via aerea, cioè stando vicini alla gabbia.

La psittacosi gestazionale è rara, può causare polmonite, aborto o nascite premature.

Cosa fare: cercare di non stare vicino alla gabbia, far fare la pulizia giornaliera della gabbia ad altri e disinfettarla con ammoniaca.

 

 

Zecca

Può essere trasmessa dai cani. L’eventuale puntura della zecca può trasmettere gravi malattie quali la Lyme. Raramente si verifica l’infezione del feto, nel qual caso si può verificare un aborto.

Cosa fare: controllare l’igiene del nostro cane ed utilizzare un antiparassitario per prevenzione. Se si viene punte recarsi da un medico per farsi togliere correttamente la zecca e iniziare la profilassi antibiotica.

 

 

Coriomeningite

Si trasmette per contatto da criceti e topi. Se il criceto sta in casa ed era sano alla nascita non ci sono pericoli. La diagnosi avviene mediante analisi del sangue. E’ rara e non presenta sintomi, può provocare danni al feto o aborto.

 

 

Ti potrebbe interessare:

Animali e bambini: sto per avere un bambino ed ho un cane

 

 

 

Disclaimer

I contenuti dell’articolo pubblicato non vogliono in alcun modo sostituire il parere dello specialista di riferimento, ma devono considerarsi note a carattere informativo. Leggi il disclaimer e le note legali

Autore