Crea sito
Nostrofiglio.it

 

PRIMO TRIMESTRE

1° MESE

In questa fase iniziale, quando normalmente non sapete ancora di essere incinta, vengono poste le basi della vita. La minuscola blastocisti invia segnali chimici che segnalano al corpo di interrompere le mestruazioni. Molte caratteristiche fisiche del vostro bambino sono determinate proprio in questa fase iniziale, come il sesso, il colore dei capelli e degli occhi. A 7-10 giorni dalla fecondazione avviene normalmente l’annidamento in utero. Se l’impianto si verifica non in utero siamo in presenza di una gravidanza extrauterina.  Al momento dell’impianto, le cellule che formano la blastocisti si sono già specializzate e sono già programmate per dare origine ad una determinata parte del corpo. Da esse si sviluppano tre strati di cellule (foglietti embrionali): l’ectoderma, il mesoderma e l’endoderma. Dallo strato esterno, l’ectoderma, avranno origine l’epidermide, i capelli, le unghie, lo smalto dentale, il cristallino degli occhi, il sistema nervoso e il cervello. Lo strato intermedio, mesoderma, darà origine allo scheletro, ai muscoli, al cuore, ai vasi sanguigni e agli organi riproduttivi. Dallo strato più interno, endoderma, prenderanno origine l’apparato respiratorio, digerente (fegato, pancreas, stomaco e intestino) e urinario. In questo periodo stanno già cominciando a formarsi il sacco amniotico, il cordone ombelicale e il sacco vitellino. Alla fine del primo mese l’embrione è un piccolo cilindretto di circa 2 mm di lunghezza.

 

2° MESE

Questo piccolo agglomerato di cellule comincia ad assumere i connotati di un embrione ed è ora visibile all’ecografia. Verso la sesta settimana di gestazione comincia a formarsi un cuore primitivo, in grado comunque di far circolare il sangue.  E’ già stabilita la posizione della colonna vertebrale e la fila di cellule scure che appaiono lungo tutta la parte posteriore dell’embrione daranno origine al tubo neurale, nella cui parte anteriore diventano visibili due lobi di tessuto che daranno origine al cervello. L‘apparato digerente è già in posizione ma diverrà funzionante tra diverso tempo. Dalla bocca alla coda dell’embrione si estende un dotto, dal quale si formeranno stomaco, fegato, pancreas e intestino. Il corpo inizia a raddrizzarsi e si formano gli abbozzi degli arti. La testa continua a crescere molto più velocemente rispetto al resto del corpo per accogliere il cervello. Si evidenzia la fronte e si iniziano a distinguere le strutture primitive di occhi, naso, orecchie e bocca, che progrediscono rapidamente. Alla fine della 8° settimana gli occhi si sono ingranditi e contengono già del pigmento, si è formato l’orecchio medio, responsabile dell’equilibrio e dell’udito, le braccia si allungano, si formano spalle e gomiti, nelle mani cominciano a separarsi le dita l’una dall’altra. Lo sviluppo della parte inferiore del corpo (gambe, piedi, ginocchia, caviglie) prosegue un  po’ più lentamente. Cominciano a diventare visibili gli organi sessuali del bambino. L’embrione pesa in media 1-2 grammi ed è lungo  1,7  cm.

 

3° MESE

A questa epoca gestazionale sarà possibile durante l’ecografia ( ovviamente con l’aiuto del medico), distinguere le varie parti del corpo del bambino, che comincia ad assomigliare sempre più ad un essere umano in miniatura. Si possono distinguere le braccia e le gambe del bambino in movimento, vedere mani, piedi  e dita. Potete ascoltare (con l’utilizzo del Doppler) il battito cardiaco del vostro piccolo. Si riconoscono più distintamente i lineamenti del volto, gli occhi sono completamente formati, le palpebre non ancora e sigillate.  Diventa ben riconoscibile il padiglione esterno delle orecchie, mentre l’orecchio interno e medio è completamente formato. Continuano a svilupparsi gli organi sessuali ma è ancora difficile distinguere il sesso del nascituro. Si stanno sviluppando i muscoli del tronco, del collo e degli arti.  La placenta ha completato la sua formazione, soddisfa tutte le esigenze del bambino attraverso il sangue materno e funge da barriera, proteggendolo da infezioni e sostanze tossiche. Alla fine del terzo mese, il feto pesa in media 14 grammi ed è lungo 5-7 cm.

 

 Ecco un bel video che illustra lo sviluppo del feto nei primi tre mesi di gravidanza

 

 

SECONDO TRIMESTRE

4° MESE 

Il feto assomiglia sempre più ad un essere umano, anche se la testa è ancora relativamente grossa. Cresce rapidamente in lunghezza e lo sviluppo delle gambe subisce un’accelerazione raggiungendo quello delle braccia. Durante il quarto mese si formano le unghie delle mani e cominciano a svilupparsi capelli, sopracciglia e ciglia. Le ossa facciali sono complete e i lineamenti meno grossolani. Il naso è più pronunciato, i padiglioni auricolari sono ora nella posizione definitiva ai lati della testa e gli occhi si sono avvicinati verso la parte centrale del viso. Il feto è in grado di percepire la luce, le palpebre sono completamente formate ma ancora chiuse (lo saranno per quasi tutto il secondo trimestre).  Si sta formando il sistema digestivo e l’intestino è quasi completo e contiene una sostanza verdastra detta meconio. La tiroide inizia a funzionare. Entro la fine del mese dovrebbe essere possibile determinare il sesso del bambino. Mediante l’ecografia è possibile vedere il piccolo che fa delle smorfie o strizza gli occhi. Ora il feto è spesso in movimento e alcune mamme (soprattutto non primigravide) cominciano già a percepirne i movimenti. Alcune donne descrivono i movimenti percepiti come bolle nella pancia, altre come lo svolazzamento di una farfalla. Se non percepite ancora niente non  preoccupatevi, non accorgersi dei movimenti fino al prossimo mese è assolutamente normale. Il feto alla 17° settimana pesa in media 150 grammi ed è lungo circa 13 cm.

 

 5° MESE

In questo periodo le gambe sono cresciute molto rapidamente ed ora sono nettamente più lunghe delle braccia. La testa alla fine della 20° settimana rappresenta meno di un terzo della lunghezza del feto, che risulta quindi più proporzionato. I polmoni, l’apparato digerente, il sistema nervoso e l’immunitario stanno maturando, preparando il bambino alla vita fuori dall’utero. Gli organi sessuali sono ora ben sviluppati e differenziati. Le papille gustative della lingua sono mature e in grado di distinguere tra dolce/amaro. Il bambino percepisce chiaramente i suoni, sente i suoni esterni e sobbalza o si muove in base ad essi.  Comincia a essere più paffutello grazie alla formazione di sottili strati di tessuto adiposo. Tutto il corpo del bambino è ricoperto da una sottile lanugine, che contribuisce anche a trattenere il rivestimento ceroso, detto vernice caseosa, che ricopre il bambino e ne protegge la pelle. In questo periodo il piccolo inizia a succhiare e deglutire e può capitare, durante l’ecografia, di vederlo succhiare il pollice. Alla fine della 21° settimana il bambino è lungo in media 17 cm e pesa 350 grammi.

 

 6° MESE

La pelle è tuttora rossastra e rugosa ma non più completamente trasparente, ciò è dovuto allo strato adiposo sottocutaneo. Abbiamo due distinti strati di pelle, lo strato superficiale, l’epidermide e uno strato più profondo il derma. In questo periodo si formano un reticolo di solchi geneticamente determinati, a livello delle dita, dei palmi delle mani ma anche dei piedi, che costituiranno le impronte digitali, uniche per ogni individuo. La superficie della pelle rimane coperta dalla lanugine e dalla vernice caseosa bianca (che rimarrà fino a poco prima della nascita).  Continuano a svilupparsi il sistema nervoso e scheletrico, il bambino è ora in grado di compiere movimenti complicati e intenzionali, come dare calci, fare capriole e succhiarsi il pollice. Continua lo sviluppo del cervello. Il feto è ora sicuramente in grado di reagire ai rumori materni ed esterni. Si ritiene che un feto di sei mesi sia in grado di distinguere la voce della mamma da quella del papà. Verso la fine del 6° mese le palpebre si aprono. I polmoni sono ancora immaturi e servirà ancora tempo affinché possano funzionare correttamente (stanno iniziando a formarsi gli alveoli polmonari). Sta maturando anche il sistema immunitario e sta cominciando a produrre i  propri anticorpi. Alla fine del 6° mese il feto sarà lungo 23-25 cm dalla testa al coccige e peserà circa 900 grammi.

 

Ecco delle IMMAGINI  EMOZIONANTI E SUGGESTIVE (molte in 3D) dello sviluppo del bambino dalla fecondazione alla nascita:

 

TERZO TRIMESTRE

7° MESE

Con l’accumulo del tessuto adiposo, fondamentale per la regolazione termica del bambino, la lanugine comincia a diminuire, presto ne resterà solo qualche chiazza su spalle e schiena. Lo strato di vernice caseosa bianca rimarrà invece fino alla 36° settimana. Nei maschietti i testicoli cominciano a scendere nello scroto. Le palpebre sono aperte, il piccolo può sbatterle e piangere e diventa più sensibile alle variazioni di luce. Il bambino comincia a sviluppare un ciclo di sonno-veglia.  Prosegue la maturazione fondamentale per la vita, dei polmoni. Alla 29° settimana di gestazione sono ormai formati la maggior parte dei bronchioli e sta aumentando il numero degli alveoli polmonari. La formazione degli alveoli proseguirà per tutta la gravidanza e anche dopo il parto. Tra la 26° e la 30° settimana sarete completamente coscienti dei movimenti del feto, percepirete capriole e capovolgimenti e sarete in grado di farli sentire anche al papà.  Il sistema nervoso sta diventando intanto più complesso, si affinano coordinazione motoria e riflessi. Alla 30° settimana il feto sarà lungo in media 28 cm e peserà 1-1,5 kg.

 

 8° MESE

Il vostro bambino sta crescendo velocemente, dalla 30° alla 35° settimana l’aumento ponderale settimanale è ingente (circa 300-400 grammi in media) e sta portando a termine la maturazione dei vari apparati per preparasi alla vita al di fuori dell’utero. Lo spazio a disposizione del tuo piccolo sta diventando sempre più ristretto ma è comunque ancora molto attivo.  Alla 35° settimana peserà in media 2,5 Kg e misurerà 44 cm dalla testa alla punta dei piedi.

 

9° MESE

Nel 9 ° mese il bambino si sta preparando a nascere. L’aumento di peso è continuo e dovuto, quasi completamente, all’accumulo di tessuto adiposo. Lo spazio è ora troppo ridotto per consentire al piccolo di muoversi liberamente, tuttavia potete ancora percepirne i movimenti. I polmoni hanno raggiunto la piena maturazione, il cuore batte regolarmente ad un ritmo di 120-160 battiti al minuto, il sistema digerente è ora maturo e pronto a metabolizzare il latte, l’intestino si riempie di meconio ( sostanza verdastra che verrà eliminata nei primi giorni di vita del bambino). Nei maschi i testicoli scendono nello scroto. Il sistema immunitario è pronto alla vita anche se in realtà la capacità di combattere le infezioni è dovuta principalmente al passaggio di anticorpi madre/bambino per mezzo del sangue materno (tale trasferimento di anticorpi potrà proseguire con l’allattamento al seno). La lanugine che ricopriva il corpo del bambino è quasi completamente scomparsa, lo strato protettivo di vernice caseosa è invece ancora in parte presente e faciliterà il passaggio del bambino nel canale del parto (rendendolo più scivoloso). La quantità di capelli alla nascita varia da bambino a bambino, alcuni sono praticamente calvi , altri hanno una testata di capelli. A questo punto della gravidanza il bambino deve essere rivolto con la testa verso il basso, pronto per il parto. In caso contrario il bambino è podalico e il ginecologo dovrà decidere il da farsi. il più delle volte viene consigliato il parto cesareo. Peso e lunghezza alla nascita variano notevolmente, in media saranno: peso 3-3,4 Kg (viene considerato nella norma un neonato dai 2,5 ai 4,5 Kg), lunghezza (testa – piedi) 48-50 cm e circonferenza cranica 35 cm.

 

Fonti principali:

– La tua gravidanza settimana per settimana di Lesley Regan, Tecniche Nuove

– La tua gravidanza giorno per giorno di Maggie Blott, Mondadori

 

LO SVILUPPO DEL FETO, Link consigliati:

– Settimane di gravidanza

 

 

 

 

 

Disclaimer

I contenuti dell’articolo pubblicato non vogliono in alcun modo sostituire il parere dello specialista di riferimento, ma devono considerarsi note a carattere informativo. Leggi il disclaimer e le note legali

Autore