Crea sito
Nostrofiglio.it

Alzi la mano a chi non è mai capitato? A causa dello stress, lo scarso riposo, la fatica o problemi di altro tipo, di sgridare od avere una reazione eccessiva, con il proprio bambino. Un esempio personale: qualche mese fa la mia piccola stava passando una fase un po’ delicata, per la quale, come qualsiasi mamma ero assai preoccupata. Praticamente ogni volta che si presentava una situazione difficile con Patata, il mio bambino più grande, Giugiù (cinque anni e mezzo) cercava di richiamare la mia attenzione con comportamenti capricciosi o infantili rispetto alla sua età. Qualche volta, stressata e esasperata, pur comprendendo ovviamente la situazione, ho alzato la voce e l’ho sgridato in modo esagerato…

Appena commesso il misfatto, iniziavano i sensi di colpa: in fondo è un nanetto; voleva solo la mia attenzione che in questo momento sente concentrata sulla sorella; guarda come ci è rimasto male; io sono l’adulta e devo dare l’esempio, etc etc…

 

Può capitare a tutte di reagire in modo esagerato con il proprio bambino, la prima cosa da fare è calmarsi. Potete uscire dalla stanza per un minuto, masticare o succhiare una caramella (aiuta a rilassare il massetere, il muscolo preposto alla masticazione, situato all’altezza della mandibola, che si irrigidisce quando siamo stressati e può risultare addirittura doloroso), respirare profondamente.
La seconda cosa è chiedere scusa. Non cerchiamo scuse nè facciamo finta di niente ma proprio come faremmo (o dovremmo fare) se avessimo sbagliato con un adulto, chiediamo scusa al piccolo. Dobbiamo farlo in modo semplice, sereno, spiegando semplicemente che anche la mamma può sbagliare come tutti (e quando sbaglia capisce il proprio errore e lo ammette scusandosi).
A questo punto riaffrontiamo la situazione per la quale ci siamo arrabbiate e abbiamo esagerato, ma questa volta con calma, spiegando al bambino, in modo sereno, le nostre ragioni.
Come ultima cosa possiamo dire al piccolo che cercheremo di non ripetere il nostro errore. In questo modo daremo un esempio concreto dell’importanza di cercare di cambiare i propri comportamenti quando non sono corretti e di migliorare sè stessi, dando prova nello stesso tempo di accettare che non si è perfetti, che si può sbagliare, ma che è importante ammetterlo, cercare di recuperare e imparare dai propri errori.
E’ importante ricordare sempre che come non esiste una persona perfetta non esiste neanche una mamma perfetta, tutte noi possiamo sbagliare. E’ giusto sforzarsi di dare il nostro massimo e saper mantenere la calma anche nei momenti peggiori, ma se capita un incidente di percorso, è altrettanto importante affrontarlo al meglio e  sapersi perdonare senza rivangare troppo a lungo il misfatto con marito e amiche.

Disclaimer

I contenuti dell’articolo pubblicato non vogliono in alcun modo sostituire il parere dello specialista di riferimento, ma devono considerarsi note a carattere informativo. Leggi il disclaimer e le note legali

Autore