Crea sito
Nostrofiglio.it

Ultimamente mio figlio (di sei anni) mi chiede di insegnargli a leggere l’orologio, come dice lui. Non ha ancora una concezione esatta dello scorrere del tempo e delle ore e se gli dico che alle cinque del pomeriggio viene un suo amico a giocare da noi, posso essere praticamente certa che mi chiederà che ore sono o quanto manca ogni quarto d’ora….

Saper leggere l’orologio potrà essergli utile per avere un po’ più di coscienza e organizzazione dei suoi impegni giornalieri  e magari anche per semplificare il rispetto dell’orario per andare a letto la sera (a volte  nostro tasto dolente). Il bambino sapendo leggere l’ora si preparerà in anticipo, più consapevole (questa è la mia speranza) al momento di andare a dormire.

Ecco come insegnare in modo semplice a leggere l’orologio al nostro bambino:
  1. Serve un orologio grande da parete o una sveglia con lancette grandi e che si possono facilmente muovere o ancora un orologio giocattolo (come quello nella foto) con le lancette esterne.  Se avete un orologio da parete vecchio, che non utilizzate più, potete rimuovere il vetro frontale permettendo così al bambino di spostare le lancette in tutta semplicità.
  2.  Spiega al bimbo che la lancetta più corta indica le ore della giornata. In base all’età del piccolo puoi (o meno) aggiungere che la giornata è composta da 24 ore, due giri completi della lancetta piccola nell’orologio.  A questo punto mantenendo la lancetta dei minuti bloccata sul 12, fai girare la lancetta delle ore ripetendo: “Cosi sono le 2 in punto. Così le tre in punto etc”. Fai provare al bambino a muovere, come fosse un gioco, la lancetta delle ore ripetendo via via l’ora indicata dalla posizione della lancetta. Quando il meccanismo sarà chiaro passerai a spiegare i minuti.
  3. Di al bambino che la lancetta più lunga è quella che indica i  minuti. Ora tieni ferma la lancetta delle ore e muovi solo la lancetta dei minuti dicendo al bambino il significato di ogni determinata posizione in cui metti la lancetta. In base all’età del bambino puoi suddividere le ore soltanto in “e un quarto”, “e mezzo”, quarantacinque” e “in punto” oppure iniziare puntare la lancetta sull’1 spiegando che indica un’ora e 5 minuti, sul 2 un’ora e dieci minuti e così via con gradualità, lasciando che il bambino entri piano piano nel meccanismo.
  4. Quando al bambino risulterà familiare sia la lettura delle ore che dei minuti potrai spiegare come leggere insieme le lancette delle ore e dei minuti. E’ fondamentale iniziare sempre da orari facili da leggere come le 2:30 , le 8:00, le 4:15 e così via per arrivare solo in un secondo momento (se l’età del bambino lo permette) a orari più difficili come le 8:05 o 7:33 etc.
  5. Leggere l’orologio può diventare un gioco, una specie di gara nella quale leggere l’ora esatta, nel quale voi e il bambino vi interrogate reciprocamente, così divertendosi leggere l’ora diventerà naturale e facile.

È importante che i bambini capiscano in fretta cosa indichi il rincorrersi di queste lancette perché, già alla loro età, le loro giornate risultano molto impegnative tra la scuola, i compiti e lo sport.  È opportuno, quindi, che essi imparino rapidamente a gestire il loro tempo.  In questo modo, con questa parole, anche i nostri bambini, riusciranno a capire in che modo funziona un orologio ed anche imparare a leggerlo, senza gro

È importante che i bambini capiscano in fretta cosa indichi il rincorrersi di queste lancette perché, già alla loro età, le loro giornate risultano molto impegnative tra la scuola, i compiti e lo sport.  È opportuno, quindi, che essi imparino rapidamente a gestire il loro tempo.  In questo modo, con questa parole, anche i nostri bambini, riusciranno a capire in che modo funziona un orologio ed anche imparare a leggerlo, senza grosse difficolt

È importante che i bambini capiscano in fretta cosa indichi il rincorrersi di queste lancette perché, già alla loro età, le loro giornate risultano molto impegnative tra la scuola, i compiti e lo sport.  È opportuno, quindi, che essi imparino rapidamente a gestire il loro tempo.  In questo modo, con questa parole, anche i nostri bambini, riusciranno a capire in che m

Disclaimer

I contenuti dell’articolo pubblicato non vogliono in alcun modo sostituire il parere dello specialista di riferimento, ma devono considerarsi note a carattere informativo. Leggi il disclaimer e le note legali

Autore