Crea sito
Nostrofiglio.it

– Il mio bambino ha delle macchie bianche all’interno delle guance e sulla lingua. Cosa potrebbe essere? 

Potrebbe trattarsi di un’infezione innocua, comune nei neonati e conosciuta come mughetto. Le placche bianche e di forma irregolare, tipo un residuo di ricotta o latte cagliato,  si trovano ai lati della bocca, sul palato e talvolta sulla lingua.  E’ più comune nei neonati appena nati (fino ai due mesi) ma può comparire anche più tardivamente.

 

– Come posso essere certa che si tratti di mughetto? 
Se pensate che il vostro bambino abbia il mughetto, toccate delicatamente una placca con un dito coperto con della garza. Se si tratta di mughetto la placca non verrà via molto facilmente, quando e se riuscirete a toglierla, vedrete una zona rossa sottostante (a volte può anche sanguinare).
Se notate una patina bianca solo sulla lingua del bambino, non presente quindi all’interno delle guance e sul palato, probabilmente si tratta semplicemente di residui di latte. Provate a pulirli, fate la prova con la garza. Queste placchette possono provocare fastidio-dolore al vostro bambino, un primo sospetto per il mughetto viene quando il bambino inizia a piangere quando lo allattate o succhia il ciuccio. 

 

– Cos’ è il mughetto?

Il mughetto dei neonati è un’ infezione dovuta ad un fungo, la Candida. Tale fungo si sviluppa rapidamente sulla mucosa grazie all’umidità e alla possibile abrasione della cute (all’interno della bocca del neonato ma anche sul capezzolo, se state allattando al seno) dovuta al processo di suzione. I più colpiti sono i neonati di pochi mesi di vita, che presentano un sistema immunitario ancora immaturo.  Di per sé non è certamente un’infezione grave  anche se risulta fastidiosa e dolorosa per il neonato.

 

– Quali sono i sintomi?

Per alcuni neonati il mughetto risulta doloroso e fastidioso, creando anche problemi per una corretta alimentazione,  in altri casi i sintomi sono quasi inesistenti.  I sintomi più comuni sono comunque irritabilità, fastidi nel succhiare durante la poppata e improvvisi pianti.

 

– E’ necessario seguire una terapia?

Un metodo della nonna per trattare il mughetto  è rappresentato dall’utilizzo di applicazioni di acqua e bicarbonato sulle placchette utilizzando una garza sterile avvolta sulla punta di un dito. Se allattate il piccolo al seno effettuate tali applicazioni anche sul vostro seno (zona areola e capezzolo). Se il neonato mostra un disagio ed è sofferente rivolgetevi al pediatra che valuterà se prescrivere un antimicotico.  

Può capitare che un neonato con mughetto sviluppi l’infezione anche nella zona pannolino, in tal caso il medico deciderà se prescrivere un antimicotico da applicare in questa zona.

 

 – E’ possibile prevenire il mughetto?

Per prevenire il mughetto dei neonati è molto importante l’igiene, lavate spesso le manine del piccolo, il ciuccio, il biberon e tutti i giochini che può portare alla bocca. La mamma che allatta al seno dovrebbe lavare il seno prima della poppata (non esagerate è sufficiente utilizzare acqua o acqua e bicarbonato) e lasciare asciugare i capezzoli all’aria tra una poppata e l’altra (evitando così l’instaurarsi di un ambiente umido). Per quanto possibile evitate di somministrare antibiotici al neonato inutilmente (in quanto gli antibiotici possono danneggiare i batteri che mantengono normalmente sotto controllo la Candida).

 

 
I contenuti dell’articolo pubblicato non vogliono in alcun modo sostituire il parere dello specialista di riferimento, ma devono considerarsi note a carattere informativo.

Disclaimer

I contenuti dell’articolo pubblicato non vogliono in alcun modo sostituire il parere dello specialista di riferimento, ma devono considerarsi note a carattere informativo. Leggi il disclaimer e le note legali

Autore