Crea sito
Nostrofiglio.it

Il momento del parto, soprattutto per una donna alla prima esperienza, è qualcosa di sconosciuto, che certamente può spaventare. Sapere come si svolge (LEGGI QUI), quali sono le fasi del parto, che cosa possiamo aspettarci, sicuramente aiuta, ci permetterà di avere maggior controllo di noi stesse, fondamentale per sopportare meglio il dolore delle contrazioni.

E’ noto che vi è una componente del tutto emotiva che può modulare la percezione reale del dolore accentuandola o riducendola.

Una donna serena, consapevole, informata in modo adeguato e supportata sia emotivamente che praticamente, potrà sopportare molto meglio il dolore delle contrazioni rispetto ad una persona spaventata che ha perso il controllo.

A questo scopo ci può venire in aiuto l’ipnosi, che ci permetterà di raggiungere uno stato di rilassamento profondo, uno stato di coscienza modificato. Di solito viene indotta da medici e consiste nel lasciarsi andare, abbandonarsi, ascoltando la voce e seguendo le indicazioni del terapeuta.

La tecnica dell’autoipnosi è assai rapida da imparare per poterla applicare durante il travaglio. In genere sono sufficienti poche sedute con uno specialista, di solito un neuropsichiatra (il numero di sedute varia in base alla tecnica utilizzata). Nelle sedute il medico farà visualizzare alla futura mamma situazioni positive e rassicuranti, tramite l’uso della propria voce e di una narrazione. Le insegnerà inoltre come controllare e gestire la propria respirazione.

E’ possibile utilizzare per apprendere questa tecnica anche libri inerenti al tema e apposite registrazioni audio che insegnano e facilitano il processo.

Per riuscire a raggiungere agevolmente questo stato durante il travaglio, la futura mamma dovrà iniziare a praticare l’ autoipnosi regolarmente a partire dal quarto/quinto mese di gestazione.

Non c’è alcuna controindicazione a partorire sotto ipnosi, non viene influenzata la potenza delle contrazioni ma solo la percezione del dolore provocato dalle stesse. 

La futura mamma attuerà durante il travaglio, fin dalle prime doglie, alcuni comportamenti e tecniche, appresi dallo specialista e provati ripetutamente nei mesi precedenti, che le permetteranno di sentire di avere la situazione sotto controllo, innalzando così la soglia di percezione del dolore.

Link utili:

– Associazione Medica Italiana per lo studio dell’ipnosi (AMISI)

Centro Italiano Ipnosi Clinica Sperimentale (CIICS)

Nel seguente filmato il Dottor Giuseppe Regaldo ginecologo e Docente di ipnosi al Centro Italiano Ipnosi Clinica Sperimentale di Torino parla dell’autoipnosi durante il travaglio…

 

Ti potrebbe interessare:

– Le fasi del parto

Disclaimer

I contenuti dell’articolo pubblicato non vogliono in alcun modo sostituire il parere dello specialista di riferimento, ma devono considerarsi note a carattere informativo. Leggi il disclaimer e le note legali

Autore