Crea sito
Nostrofiglio.it

Come ogni anno, con l’arrivo dell’estate si ripresenta il fastidioso problema delle zanzare. Le maledette ci colpiscono a tradimento, procurandoci rossori, gonfiori e prurito.

Loro mi amano profondamente , io le odio….

punture zanzare rimedi naturali

La puntura non è certamente pericolosa, ma di certo fastidiosa, ecco quindi dei rimedi naturali, fai da te, per lenire il prurito e il gonfiore, anche quando siamo fuori casa e non abbiamo portato niente di specifico con noi:

ghiaccio: adatto a tutti bambini, donne incinta, pelle delicata. Passate sulla puntura un cubetto di ghiaccio avvolto in un fazzoletto di cotone. Dona sollievo, attenua il prurito e rinfresca;

saliva: rimedio di emergenza per eccellenza, sempre utilizzabile. Bagnate il punto colpito con un pochino di saliva;

limone: strofinate una fettina di limone sul punto colpito, utile per lenire gonfiori e pruriti;

cipolla: un vecchio rimedio della nonna, passate sulla puntura una fettina di cipolla, l’odore è quello che è, ma il prurito scompare;

olio di malaleuca o tea tree: ottimo lenitivo, per le punture di zanzare ne basta una micro goccia, molto efficace;

aloe vera: molto conosciuta per le sue proprietà lenitive. Applicate un gel all’aloe (o un altro tipo di preparato a vostra scelta) sulla puntura, efficacissimo, adatto anche alle pelli più delicate;

olio essenziale di lavanda: utile per le proprietà lenitive e rinfrescanti, è sufficiente una goccia di olio essenziale sulla puntura. Altra possibilità  utilizzare le foglie fresche di lavanda sfregandole delicatamente sulla parte colpita;

sale: sciogliete un cucchiaino di sale in un bicchiere di acqua e tamponate le zona colpita;

bicarbonato di sodio: ha veramente mille utilizzi, fate un impasto con acqua e bicarbonato di sodio e applicatelo sulla zona arrossata;

LEGGI ANCHE: Le piante antizanzare da balcone

aceto: utilizzate un batuffolo di cotone imbevuto di aceto per tamponare la puntura;

piantaggine: se siete all’aria aperta sarà facile trovare delle foglie fresche di piantaggine da strofinare sulla parte colpita;

aglio: applicato sulla puntura lenisce prurito e gonfiore. L’odore è pessimo, sembra che non piaccia neanche alle zanzare, mangiare abitualmente aglio le tiene lontane (e probabilmente non solo loro …);

miele: noto da sempre per le sue proprietà antibatteriche, potete spalmarne un pochino sulla zona colpita oppure mescolarlo con un po’ di bicarbonato di sodio;

dentifricio: meglio se al mentolo, mettetene una puntina sulla puntura, lasciatelo asciugare e lavatelo solo quando avrà portato sollievo al prurito;

aspirina: schiacciate una compressa, mescolatela con un po’ d’acqua e applicatela sulla zona interessata.

Ovunque vi troviate sarete in grado di affrontare le punture degli odiati insetti!

 

 

Disclaimer

I contenuti dell’articolo pubblicato non vogliono in alcun modo sostituire il parere dello specialista di riferimento, ma devono considerarsi note a carattere informativo. Leggi il disclaimer e le note legali

Autore