Crea sito
Nostrofiglio.it

La casa è il posto dove avvengono la maggior parte degli incidenti dei bambini piccoli, al di sotto dei quattro anni. Gli incidenti più comuni sono traumi e avvelenamenti.

Fino a quando il bambino non gattona ci dobbiamo preoccupare esclusivamente dell’ambiente circostante dove posizioniamo il bebè e  di ciò che noi stessi lasciamo a sua disposizione. In pratica dobbiamo fare attenzione all’ambiente dove il neonato soggiorna e riposa. Per quanto riguarda la sua camera la temperatura non deve essere troppo alta (consigliata 18-20 °C) per ridurre il rischio SIDS (GUARDA QUI). Per quanto riguarda la culla o il lettino devono essere sgombri da giochi o pupazzi quando il piccolo riposa o non è sorvegliato, le spondine devono essere alte e la distanza fra le sbarre non deve essere superiore agli otto centimetri (così che il bambino non possa incastrarvisi con la testa).

Quando il bambino comincerà a gattonare dovrete fare molta più attenzione. Per cercare di individuare i potenziali pericoli mettetevi  ad altezza bebè, andate in giro per la casa e osservate pericoli e possibili punti di attrazione. Coprite gli spigoli appuntiti e pericolosi. Bloccate le prese elettriche e insegnate in parallelo al bambino che sono pericolose (frequenterà anche altre case non a misura di bebè e va preparato). Fate in modo che ci siano meno fili elettrici possibili a portata di mano (ovviamente l’impianto elettrico deve essere a norma). Per qualche tempo sarà meglio togliere o riporre in alto soprammobili, vasi e oggetti delicati o pesanti, rappresenterebbero uno stress per voi e un potenziale pericolo per il bambino. Fissate alle pareti librerie e televisori o rendeteli sicuri in altro modo. Se avete scale interne alla casa, cercate di renderle inaccessibili utilizzando i classici cancelletti per la sicurezza bebè, posizionatene uno in cima ed uno in fondo. Quando siete presenti non vietate l’uso delle scale ma  state accanto con serenità al piccolo mentre impara a salire e scendere, piano piano diventerà più sicuro.

 

LEGGI ANCHE: Cosa fare in caso di intossicazione o avvelenamento: i centri antiveleni in Italia

 

Diamo un’occhiata alla sicurezza della casa stanza per stanza:

– Per quanto riguarda la cucina:

  •  Fate attenzione ai fornelli, quando cucinate utilizzate i fornelli più lontani e posizionate i manici delle pentole verso il muro. Potete decidere di applicare una barriera proteggi fornelli, ce ne sono di diversi tipi in metallo, trasparenti in materiale termoresistente etc. Sono molto utili anche quando deciderete di cucinare con il vostro piccolo cuoco.

barriera proteggi fornelli

 

  • Fate sempre attenzione al forno quando lo state utilizzando.
  • I prodotti per pulire o tossici devono essere riposti in alto o in cassetti o mobili ben chiusi (utilizzate le chiusure di sicurezza bambino).
  • Non lasciate in giro oggetti pericolosi, accendini, fiammiferi, appuntiti o troppo piccoli (bottoni etc).
  • Mai travasare liquidi pericolosi in bottiglie anonime, il bambino potrebbe berli credendoli acqua.
  • Fate attenzione alla tovaglia sopra il tavolo quando apparecchiate la tavola, tirandola a sè il piccolo può tirarsi addosso piatti e bicchieri.

 

– Per quanto riguarda il bagno:

  • Tutti i medicinali devono stare in alto e in un luogo assolutamente non raggiungibile.
  • Riponete al sicuro anche i detergenti specifici per il bagno.

 

– Per quanto riguarda il salotto:

  • Fissate librerie o televisori alla parete, fate attenzione inoltre che gli oggetti pesanti o fragili posti sugli scaffali non possano cadere addosso al bebè.
  • Attenzione a fili elettrici  e prese dei vari apparecchi elettronici, stereo, lettore DVD etc.
  • Mettete il sotto antiscivolo ai tappeti, i piccoli camminando e poi correndo possono scivolare e cadere all’indietro.

materiale antiscivolo tappeto

  • Le piante potenzialmente tossiche o che pungono non devono essere raggiungibili dai bambini (GUARDA QUI).

 

– Per quanto riguarda la terrazza:

  • La ringhiera deve essere alta e con le barre ravvicinate (a norma di legge).
  • Fate attenzione a non mettere o lasciare mai vicino alla ringhiera nessuna cosa, motore del sistema di condizionamento, vaso, scatola etc, che possa essere utilizzata dal bambino come scala per sporgersi nel vuoto.

Ovviamente non tutto deve essere proibito al bambino che deve poter comunque esplorare, una buona idea è organizzare le cose in modo tale che gli oggetti non pericolosi nè fragili siano alla sua portata ad esempio:

– Nel mobile della cucina in basso, potete lasciare coperchi (non di vetro), mestoli, cucchiai in legno etc, così che il piccolo possa prenderli e giocare con suoni e rumori stile batteria.

– Potete lasciare a portata carote, cipolle e patate e contenitori in plastica per organizzare travasi.

– Potete anche creare dei strumenti tipo maracas e lasciargli a disposizione. Riempite delle bottigliette di plastica vuote o dei barattoli di latta con cannucce, riso, fagioli, sassolini, poi chiudete bene in sicurezza le bottigliette o i barattoli di latta e i giochi per suonare sono pronti.

 

Disclaimer

I contenuti dell’articolo pubblicato non vogliono in alcun modo sostituire il parere dello specialista di riferimento, ma devono considerarsi note a carattere informativo. Leggi il disclaimer e le note legali

Autore