Crea sito
Nostrofiglio.it

Quando arriva l’inverno ed il freddo le nostre case vengono riscaldate spesso in modo eccessivo. La temperatura ideale della casa, anche in presenza di un neonato, risulta essere intorno ai 20° C.  E’ opportuno ricordare che tenere la temperatura della camera da letto del bebè fresca, sui 18-20 °C, fa parte anche delle indicazione base per prevenire la SIDS (Sindrome della morte improvvisa del lattante).

Se la temperatura della camera è troppo elevata l’aria si secca eccessivamente. La scarsa umidità irrita le mucose di naso, gola e bronchi, facilitando l’insorgere e peggiorando il decorso di raffreddori e malattie da raffreddamento.

La presenza di infissi di metallo, doppi vetri etc crea una casa, per così dire, a tenuta stagna che “può accentuare” la situazione.

 

Seguire alcuni semplici abitudini quotidiane può risolvere il problema:

Tenere aperte le finestre la mattina (l’aria è più umida) per almeno trenta minuti;

– Tenere la temperatura delle camere da letto non superiore ai 20 °C;

Umidificare le stanze quando necessario. Perfette le classiche vaschette per umidificare da riempire quotidianamente di acqua, da appendere o posizionare sopra i termosifoni. In questo caso è consigliata un’accurata pulizia quotidiana ed evitare di aggiungere essenze all’acqua (possono irritare o provocare asma). Efficace anche un banalissimo asciugamano bagnato appoggiato sul termosifone. Se avete dei panni da stendere, potete posizionare lo stendino vicino ad un termosifone, anche in cameretta (senza esagerare). In commercio si trovano inoltre appositi apparecchi per umidificare. Fate attenzione ad alcune caratteristiche al momento dell’acquisto, devono essere facilmente ricaricabili (d’acqua) e pulibili. Se li volete utilizzare nella cameretta dei bambini (o anche durante il giorno in presenza del bambino) sono consigliabili quelli ad ultrasuoni, a vapore freddo, per scongiurare eventuali scottature del bambino.

Disclaimer

I contenuti dell’articolo pubblicato non vogliono in alcun modo sostituire il parere dello specialista di riferimento, ma devono considerarsi note a carattere informativo. Leggi il disclaimer e le note legali

Autore